Il dolore è servito 

Sono arrivata, purtroppo, al punto che me ne frego degli altri. Non li cerco, non faccio vedere quanto tengo a loro, perché il mio modo di tenere alle cose non va bene, è troppo poco. E allora io dico basta. Sto sola e sto contenta, perché non corro il rischio di deludere qualcuno con la mia inadeguatezza o incompletezza. Non vado bene, me ne sto nel mio.

Di certo non mi metto a invidiare cose che hanno gli altri e che prima avevo anche io. Sono fasi della vita e lo accetto. La mia parte di felicità l’ho avuta e continuo ad averla, e sono contenta così.

Avrò la possibilità di dimostrare quanto valgo e sono terrorizzata da questo futuro che mi aspetta, ma ne sono anche incuriosita perché sono pronta a mettermi in gioco. Sono pronta a conoscere persone nuove, a ricominciare a studiare, a costruirmi la mia vita. Sono pronta, perché sono soddisfatta di quella che sono e non mi cambierei per nulla al mondo. Finché sono felice gli altri, per quanto mi riguardano, possono benissimo stare a metri e metri di distanza se non riescono a capire che è questo l’importante. Vedere una persona felice ed esserlo allo stesso tempo per lei.

Questo è l’importante.

Immagine di ariel, happy, and in love

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...